Vivi! La vita che vuoi

Proprietà

ISBN: 9788856643572
Produttore:
Piemme
EAN: 9788856643572
Dimensioni:
140 x 220 x 20 mm
Peso: 0.340kg
Rilegatura:
Copertina Rigida
Numero di pagine: 219
Nostro prezzo 20.40 SFr
Condividi con i tuoi amici

Vivi! La vita che vuoi

Louis Zamperini , David Rensin

  0.00
Puoi votare questo prodotto se esegui il login.

Descrizione

Prima di diventare l’eroe di un film, Unbroken, Louis Zamperini, figlio di immigrati italiani in America, è stato molte cose. Innanzitutto un piccolo teppista, una testa calda con la strada spianata verso il carcere minorile e la delinquenza. Quando finalmente decide di incanalare tutta la sua rabbia nella corsa, diventa un campione olimpico, tanto da farsi notare da Hitler alle Olimpiadi di Berlino del 1936.

Alla scoppiare della Seconda guerra mondiale, si arruola volontario nell’aeronautica, ma durante una missione di soccorso il suo aereo precipita nell’oceano Pacifico. Lui e pochi superstiti vanno alla deriva su un gommone, senza acqua né cibo, ma solo in due, quarantasette giorni dopo, stremati, verranno salvati dai giapponesi. Ed è solo dopo più di due anni di prigionia in condizioni disumane, torture e sofferenze, che Louis riesce a tornare a casa, dove lo aspetta un altro periodo buio prima di ritrovare se stesso. Da allora, e per i successivi sessantacinque anni, non ha perso occasione di trasmettere ciò che la vita gli ha insegnato, la capacità di superare le difficoltà e di tirarsi fuori dalle situazioni più difficili con la positività e il senso dell’umorismo. 

Ora i suoi consigli sono raccolti in questo libro, terminato pochi giorni prima di morire, a novantasette anni. Campione, sopravvissuto, eroe, leggenda, questo è lo straordinario lascito di una vita vissuta fino all’ultimo battito da cui ciascuno può trarre ispirazione per superare i momenti difficili e vivere con positività.

Degli stessi autori

Sopravvissuto
SopravvissutoCopertina Rigida:  13.50 SFr
David Rensin
Louis Zamperini
LOUlS ZAMPERINI nacque a Olean, a nord di New York, nel 1917 da immigrati italiani. Il padre era originario della provincia di Verona ed era arrivato da ragazzino in America. Il giovane Louis parlava solo italiano e fu preso di mira dai compagni di scuola. Il padre allora gli impartì qualche lezione di boxe e il fratello Pete, per allontanarlo dalle cattive compagnie, lo portò in pista a correre. In pochi anni divenne un fenomeno nei 5000 metri fino a partecipare alle Olimpiadi di Berlino del 1936 dove venne notato da Hilter che si volle congratulare con lui. Nel 1941, arruolato in aviazione, partecipò a diverse operazioni belliche, fino a quando non restò coinvolto in un incidente aereo. Naufragato e rimasto in mezzo al mare per 47 giorni, fu catturato dai giapponesi. Dopo due anni di prigionia riuscì a torrare negli Stati Uniti e a rifarsi una vita. E deceduto il 2 luglio 2014 all'età di novantasette anni.